I GIOCHI ERORICI DI DAVINIA (101 Parole)

I suoi baci incominciavano ad annoiarlo. Tutto lo annoiava, ormai.
Lei gli si avvicinò con addosso solamente due veli. C’era qualcosa di diverso nei suoi occhi.
Lui rimase immobile, in attesa del solito rituale. Invece si sentì afferrare le tempie.
«Vieni con me!» sussurrò Davinia.
Sawar avvertì una vibrazione intensa. Poi accettò l’invito.
Insieme viaggiarono attraverso gli specchi di Limbo, oltre la struttura ossea dell’universo. Nuvole d’ombra e tempeste di luce. Lei divenne liquida e calda come cera che cola. Si spalmò addosso a lui, penetrandolo, percorrendo le sue vene. Diventò lui.
“Dopotutto valeva ancora la pena di vivere” pensò Sawar.

http://101parole.blogspot.com/

Venerdi’ prossimo il 12esimo capitolo della saga.

Annunci
Published in: on gennaio 22, 2010 at 9:49 am  Comments (1)  
Tags: ,

The URI to TrackBack this entry is: https://limbo2009.wordpress.com/2010/01/22/i-giochi-erorici-di-davinia-101-parole/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One Comment

  1. […] gli si avvicinò con addosso solamente due veli. C’era qualcosa di diverso nei suoi occhi… continua… « Prima LA SVOLTA gennaio 21, […]


I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: